mercoledì 13 maggio 2009

www.laforzaeilsorriso.it, per restituire il sorriso alle donne in terapia antitumorale

Care ragazze,
mi sono imbattuta per caso in questa bellissima iniziativa mentre facevo zapping ieri mattina, e ho pensato di parlarne con voi per spargerne notizia :-)

Si tratta di incontri gratuiti incentrati sul make up e i trattamenti di bellezza dedicati alle donne che stanno affrontando terapie anticancro: l'obiettivo è di aiutare chi si sta sottopendo a cure così impegnative dal punto di vista fisico e psicologico ad affrontarne gli effetti collaterali ritrovando il sorriso e la voglia di prendersi cura di sé, per non darla mai vinta alla malattia.

Tutte noi sappiamo quanto terapeutico per il nostro umore sia l'acquisto di un semplicissimo rossetto: a volte basta un piccolo gesto per risollevare le nostre giornate, e sebbene il make up ad alcuni possa sembrare una banale distrazione, per le donne che si stanno sottoponendo a chemioterapia, radioterapia può invece rappresentare un modo per sentirsi padrone di sé, desiderose di andare avanti e tenere duro, magari anche di conoscere altre persone e di dedicarsi qualche attimo di svago.

Io trovo che sia un'idea fantastica, soprattutto perchè è una risposta concreta ai cambiamenti fisici a cui le terapie sottopongono, eventi a cui non si è mai abbastanza preparate.

La Forza e il Sorriso è patrocinato da UNIPRO (Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche), dall'Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi e dalla Onlus ATTIVEcomeprima: se fosse possibile far arrivare a queste persone un applauso tramite il web, lo farei subito.

Vi segnalo il sito Laforzaeilsorriso.it , dove sono anche riportati i calendari dei prossimi incontri: purtroppo vedo che si tratta di date limitate al nord Italia, ma mi auguro che presto arrivino in tutta la penisola, perchè ci sono tante donne che hanno bisogno di ritrovare il sorriso subito. Da parte mia, spero possa ritornare utile spargere la voce.

Un bacio a tutte dalla vostra

Profumissima

28 commenti:

  1. Stargo la voce anche io! Mi sembra un'iniziativa bellissima!!!

    RispondiElimina
  2. Non so cosa diire io che sono sempre in allarme per il tumore al seno ed ho già fatto un operazione che fortunatamente andata bene , non era cattivo (l'altra parola che usano non mi piace)e mi sono rimaste delle cellule apocrine da tenere sotto controllo. Il trovarsi con altre donne che hanno avuto il tuo problema forse fa bene o forse è come se fossi diversa dalle altre e non so se parteciperei forse serve a donne che hanno avuto più problemi di me o che sono più deboli di carattere

    RispondiElimina
  3. bellissima iniziativa! nel mio piccolo spargerò la voce!(:

    RispondiElimina
  4. Stargi, stargi pure Kally ;-)

    RispondiElimina
  5. Cara Paola, forse le donne che scelgono questo percorso di autogratificazione per reagire non si sentono affatto più deboli. Magari hanno semplicemente deciso di non diventarlo e trovano che questo è un ottimo strumento per non farlo. Effettivamente il nostro modo di rispondere alle prove della vita è molto soggettivo: io credo che avrei decisamente bisogno di far fronte comune contro la malattia con chi ha il mio stesso problema, ma ammiro molto te che hai fatto resistenza da sola, con l'aiuto della tua famiglia. Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  6. La trovo un'idea bellissima.
    Spesso non è la gravità dell'intervento o della terapia subita a fare danni, quanto il semplice arrendersi davanti a cose "banali" (e, davanti alla malattia e alla cura subita lo sono) come la perdita dei capelli, o il vedersi rovinare pelle o l'aspetto in generale dalle terapie.
    Avere qualcuno che ti aiuta a ritrovare fiducia nel tuo aspetto, spesso aiuta anche il recupero fisico.

    Il fatto che qualcuno ci abbia pensato è già un grande passo avanti.

    RispondiElimina
  7. SOLO IO PROFUMISSIMA , TENGO TUTTO IL DOLORE IN ME PER NON FAR SOFFRIRE LE PERSONE CHE AMO

    RispondiElimina
  8. E' un'iniziativa MERAVIGLIOSA e diffonderò volentieri l'iniziativa...Paola a volte però, si tratta di condividere e non farle soffrire...Ti abbraccio forte....

    RispondiElimina
  9. Il mio spirito di aggregazione troverebbe un grande conforto nel condividere i momenti belli e brutti con altre donne che li hanno vissuti o li stanno vivendo. tante volte basta sforzarsi subito all'inizio poi diventa più facile aprirsi agli altri.. Grazie Profumissima, per questo piccolo "make up" del cuore!!!

    RispondiElimina
  10. Dony , quando però ti dicono non dirmi niemte che già mi fai star male così, ed hanno subito lo stesso prblema in forma più grave vale ancora la condivisione.

    RispondiElimina
  11. Paola,allora sai che ti dico? Puoi contare su di me....

    RispondiElimina
  12. Un grandissimo passo avanti, vero Taksya. Spero solo che questa iniziativa si diffonda.

    RispondiElimina
  13. E' vero Francesca, a volte ci si ferma all'ostacolo inziale, ma quando poi lo scavalchiamo la nostra vita migliora, come in questo caso. Un bacio!

    RispondiElimina
  14. Penso che sia un'inziativa bellissima. una nostra cara amica di famiglia,che ci manca tantissimo, qualche anno fa è morta di leucemia, mi ricordo sempre di quanto le piccole gioie condivise con mia mamma la facessero felice e l'aiutassero a non pensare al suo dramma: guardare le vetrine, provarsi i vestiti, i cosmetici etc.Andava avanti giorno per giorno, cercando di non pensare mai al futuro e cercando di vivere intensamente ogni attimo.
    Una donna quando viene colpita dalla malattia nel fisico , naturalmente lo è anche nell'animo, e nell'essenza stessa della sua femminilità: riuscire a sentirsi ancora bella è un modo per riconoscere ancora la propria identità, per guardarsi allo specchio e non vedere solo la malattia e la paura della morte, ma il proprio corpo e il proprio viso che, seppur segnati, reagiscono e rivelano ancora l'identità di chi li possiede.Diffonderò anch'io la notizia, metterò anche un link sul mio blog. Un bacio.

    RispondiElimina
  15. L'hai detto in maniera incantevole come sempre, Irene. Facci sapere quando pubblichi il post sul tuo blog! Grazie :-)

    RispondiElimina
  16. Grazie amiche. Sono d'accordo con Irene secondo me servono amiche disinteressate che ti fanno sentire il loro supporto in tante piccole cose, io ne ho una splendida che però sta nella mia città ma anche da lontano mi fa sentire la sua presenza. Le associazioni molto belle sotto certi punti di vista ma sotto altri no,è difficile esprimere il concetto ma penso che delle volte ti senti messa in un getto "quelle sono le ammalate di tumore al seno" quante volte l'ho sentito dire, è come se tu fossi una lebrosa e non riesco esprimere lo sdegno la rabbia che ho provato sarebbe più facile parlarne che scriverne. Qundo la privasy va farsi benedere e ti chiamano " oncologia Paola......" e così tutti sanno che sei ammalata. SCUSATE lo sfogo.

    RispondiElimina
  17. Paola,la sensibilità di certe persone a volte,è quella degli ELEFANTI....

    RispondiElimina
  18. Vero, ma mi sa che questi corsi sono gestiti anche da persone che sono riuscite a combattere la malattia, non vorrei sbagliarmi.

    RispondiElimina
  19. Se è così saranno sicuramente ottimi sotto tutti i punti di vista

    RispondiElimina
  20. Care ragazze del forum, ed in particolare Paola, e' la prima volta che scrivo. Da un po' vi leggo e mi fate tanta compagnia. Io ho il cancro: non voglio fare compassione, e' solo la realta': La malattia e' cominciata nel polmone, si e' diffusa alla testa e mi ha mangiato una parte dell'osso del bacino. All'inizio nessuno ci ha capito niente e quando hanno cominciato le cure era gia' molto avanti. Ero una donna gradevole, curata, prima di tutto per me stessa e poi anche per gli altri: vestiti carini, trucco appropriato. Nessuno mi dava la mia vera eta', 50 anni. Sono sola, il padre di mia figlia, oggi 15 anni, se ne e' andato a vivere a oltrre 600 chilometri 10 anni fa. La mia famiglia e'composta da una madre anziana, ultraottantenne con malattie degenerative croniche e da una adolescente piena di turbamenti. Il capo di casa, ed il sostegno economico ero e sono io. Ho perso i capelli e la pelle si e' distrutta per la chemio e per la radio. Sono gonfia e sformata per i medicinali. Ve lo sto semplicemente raccontando, non voglio farvi compassione perche' non ce ne e' motivo. Ho amici che cercano di starmi vicino, sono fortunata, e sono ancora viva. Tutto puo' aiutare a non perdersi, il forum di profumissima, gli incontri, lo scambio di opinioni....non tutti hanno una famiglia capace di sostenerle, e non tutti riescono ad essere forti
    in ogni momento. Ve lo confesso, sono andata con mia figlia a comprare nuovi trucchi e rossetto. Ho rimediato una parrucca, ma a volte sfoggio la mia testa tonda e calva. E se faranno qulche incontro a Roma e i trattamenti in ospedale me lo consentirenno pro abilmente ci andro'. Grazie profumissima per averlo segnalato e grazie a tutte voi per la compagnia che riuscite a farmi nelle lunghe notti in cui non ce la faccio a dormire...
    PaolaSabina

    RispondiElimina
  21. Carissima PaolaSabina,
    sei una persona straordinaria e non c'è rossetto al mondo che possa renderti più bella di quello che già sei ai miei occhi.

    Spero che "La forza e il sorriso" giunga presto da te, perchè anche le altre compagne di corso possano trarre dalle tue parole la stessa forza che ho percepito io.

    Un abbraccio dalla tua Profumissima

    RispondiElimina
  22. Paola ti sono vicina più di quanto si possa spiegare ho vissuto e vivo con il terrore del cancro da quando 25 anni fa mia madre e prima ancora mia nonna hanno avuto il cancro io ho da poco fatto un piccolo intervento ma sono fortunata era ok anche se....Sono convinta che tutto faccia bene come dici tu però non devono far sentire i malati diversi perchè non lo sono e quando m'imbatto in queste strutture io mi arrabbio. Tieni duro ce l'ha farai da come parli sembri una donna forte e poi noi Paole sia forti e coraggiose ti abbraccio e spero di sentirti presto qui e sul forum

    RispondiElimina
  23. E' vero, voi Paole avete una marcia in più ;-)

    RispondiElimina
  24. MANNAGGIA!!!!Leggo solo ora il tuo commento Paolasabina!!!! Ti abbraccio anch'io cara anche se non ho vissuto tutto questo sulla mia pelle,conosco bene il percorso...Ti sono vicina e se ti teniamo compagnia tutte noi,mi fa davvero piacere!!! Quando vuoi, noi ci siamo!!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails