venerdì 17 settembre 2010

Anteprima su Profumissima: Siete pronte a fare l'esperienza di Xperience by Max Factor?

Se c'è una cosa che amo della mia passione per i cosmetici è che le novità sono all'ordine del giorno.

In particolare, mi piace leggere del lancio di nuove linee: quando poi si portano dietro un packaging come quello di Xperience di Max Factor, mi sento come una bambina in un negozio di giocattoli.

Il nuovissimo fondotinta che vedete nella foto è già qui davanti a me, ma potrete trovarlo in profumeria solo a novembre. Abbiamo tutto il tempo di fare la reciproca conoscenza, io e lui: Max Factor me l'ha inviato in omaggio una tonalità non troppo chiara, quindi mi sarà utile anche adesso che ho ancora qualche ricordo dell'abbronzatura estiva.

Xperience è una "capsule collection", ovvero una collezione limitata nel tempo e firmata da un personaggio famoso: è stata la grande Pat McGrath a collaborare con Max Factor per creare tre prodotti che aiutassero le donne ad ottenere un make-up impeccabile ma leggero, per un look elegante, però "effortless", senza sforzo. McGrath ha utilizzato Xperience nel corso della London Fashion Week, ottenendo un enorme riscontro (la testimonial sarà Sienna Miller), e a novembre faremo anche noi conoscenza con tutti e tre gli step del make-up senza stress.

Il concetto alla base di Xperience è che il trucco deve essere un piacere, da scegliere, da abbinare, da applicare ed indossare: il fondotinta è uno dei cosmetici più 'diffili' da questo punto di vista. Le specialità più efficaci nel coprire le imperfezioni a volte si fanno sentire troppo; quelle più leggere e confortevoli, invece, spesso non sono all'altezza delle nostre aspettative. In questo caso, la copertura promessa dal fondotinta Xperience è medio-alta e il finish indicato sulla descrizione del prodotto è mat ma luminoso. Contiene estratti di jojoba, nutrienti ed idratanti (e vai col confort), Rosa Canina (tonificante e anti-age) e Acqua di Cetriolo, per l'effetto mat/astringente. In più, c'è un Spf10 per assicurare una protezione solare da città.

Quello che posso dirvi fino a questo momento è quello che ho provato stendendolo sul dorso della mano. L'ho trovato leggerissimo e si asciuga quasi subito, lasciando un effetto cipriato e un velo di colore. Tra l'altro, ha un profumo molto delicato, quasi impercettibile.

Sarà Amore?

Ve lo saprò dire presto.

In anteprima!


32 commenti:

  1. è piaciuto moltissimo anche a me... quando ce l'hanno fatto provare all'incontro.. il suo gradevole profumo e la sua leggerezza mi hanno subito rapita.. mi piace!!

    RispondiElimina
  2. Fluido E ANCHE coprente? Un sogno che diventa realtà! Devo provarlo!

    RispondiElimina
  3. da come lo descrivi sembra avere le caratteristiche che io cerco in un fondotinta e che per ora ho trovato solo in quelli compatti, quindi aspetto che tu finisca la sperimentazione per avere ulteriori conferme, intanto mi godo gli ultimi giorni "nature", senza fondotinta, prima che l'ambratura estiva si estingua definitivamente!

    RispondiElimina
  4. Questo fondotinta mi ispira molto, ho letto che non sarebbe necessario nemmeno il correttore (magari!!). Speriamo che la gamma dei colori sia buona ^_^

    RispondiElimina
  5. mi sapete dire com'è l'inci?

    RispondiElimina
  6. Avevo letto proprio ieri delle"magie" di questo fondotinta! Attendo tua recenzione per sapere se tutto questo, corrisponde al vero!

    RispondiElimina
  7. Max Factor ha solo dimenticato di citare tra gli ingredienti la vita dei cani su cui è stato testato questo prodotto...

    RispondiElimina
  8. io ho solo il dubbio che possa essere troppo leggero e un po' secco. Staremo a vedere!

    RispondiElimina
  9. Cara Topins, io per ora sto usando i compatti solari Kiko, ma appena sono un po' più pallida comincio conquesto.

    RispondiElimina
  10. Speriamo sia come dici, Dony! Anche se io al mio correttore Erase Paste non rinuncerò mai :-)

    RispondiElimina
  11. Non penso sia un bell'INCI, cara Marzia: i fondotinta solo di rado sono carini da quel punto di vista, e quando lo sono non fungono granché.

    RispondiElimina
  12. Ormai lo so, ogni volta che pubblico qualcosa su Max Factor, mi arriva un commento così... anonimo. Io non so che dire, se non che probabilmente ci sono persone che passano la giornata a dragare il web alla ricerca del nome 'Max Factor' per scrivere che fa esperimenti su animali. Cosa che, tra l'altro, non mi risulta nemmeno sia vera. Pazienza!

    RispondiElimina
  13. Non vedo l'ora di leggere la tua review!! Mi hai incuriosita parecchio! *_*

    RispondiElimina
  14. Solo per dovere d'informazione, la Max Factor (così come la Cover Gir) è un marchio Procter&Gamble, la multinazionale che da sempre occupa il primato mondiale di test sugli animali.

    RispondiElimina
  15. Mi sono da poco lasciata convertire al fondotinta fluido (quello zero difetti del caro Yves) e la descrizione che fai di questo mi intriga.

    Mi spiace se dei poveri animali hanno sofferto per renderlo quello che è... ma una bella firma e una fonte a cui risalire per informarci meglio, sarebbero più utili di un commento anonimo.

    RispondiElimina
  16. Mi limito a riportare quello che lessi al riguardo sul sito di Rajan Tolomei al riguardo. Però io sono in generale contraria ai boicotaggi, vanno a colpire le famiglie dei dipendenti di queste aziende, persone che non hanno colpa di nulla. Invece sono favorevole alla sensibilizzazione presso gli organi di governo, affinché le aziende si adeguino ad un disegno di legge proibitivo dei test. Come si può fare, secondo voi?

    RispondiElimina
  17. Non lo so, ma a me le campagne di boicottaggio fanno sempre pensare a una manovra subdola della concorrenza. E' vero, a pensar male si fa peccato, ma...

    RispondiElimina
  18. Credo che non riuscirei a tradire per nessun altro fondo il Dw di esteè lauder :D

    RispondiElimina
  19. Profu purtroppo Max Factor testa e te lo dice una ex fan (ho usato diversi prodotti) poi ho visto per caso sul web un filmato di Bluebeam 310 ed ho iniziato ad informarmi!!!
    Purtroppo il 90% delle info che ho trovato ribadiva che max factor essendo della Procter and Gamble non solo testa ma è a favore della vivisezione!!!
    Concordo in pieno con te sul fatto che la cosa ideale sarebbe fare una legge ad hoc e proibire certe barbarie umane...

    RispondiElimina
  20. Concordo con Kally. Come si fa a sapere se non sono voci messe in giro dalla concorrenza? Non so, io continuo a non sentirmi in grado di esprimermi in merito.

    RispondiElimina
  21. Scusate ragazze sono "fuori tema",ma oggi andando come al solito al mio Ipermercato preferito,mi sono ritrovata davanti a un nuovo punto vendita oltre il solito Kiko,BASICBEAUTY... Profu.tu l'hai mai visto? E voi ragazze avete mai provato qualcosa? Il marchio si proclama italiano, naturale,quantomeno a "norma di legge"e appartenente al gruppo Profumerie Limoni.Sono naturalmente entrata e tutto mi è parso molto essenziale...Non sò non ho comprato nulla, in quanto non mi ha convinta 100%.Io non nè avevo mai sentito parlare e voi? Grazie a chi vorrà darmi informazioni in merito.

    RispondiElimina
  22. profuuuu che peccato che non ci fossi all'incontro!!!!ti avrei guardata così *_*

    RispondiElimina
  23. Io non so chi sia questo anonimo che ha scritto ma io ci metto la faccia e anche dei link che potete leggere!!!
    Siete ancora convinte che siano i concorrenti a mettere in giro queste voci???
    E come mai per esempio su alcune marche non si legge nulla a riguardo???

    http://www.liberamenteetica.net/index.php?option=com_content&view=article&id=31:boicottiamo-procter-a-gamble&catid=8:boicottaggi&Itemid=13

    http://federicafrezza.mondoforum.com/viewtopic.php?f=15&t=105

    http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=1110

    http://www.oocities.com/capitolhill/1534/cosmetici.htm

    RispondiElimina
  24. La Procter&Gamble è un colosso e, come gli altri giganti (un nome a caso, la Nestle o Microsoft), ha più motivo per essere accusata di ogni nefandezza.
    Questo non significa che non sia vero, anzi... probabilmente, visto che nulla di quello che fanno è contro la legge, fanno anche peggio di qunto vengono accusati.
    Come dice Profu, se Max Factor non vende, mandano a casa chi lavora per il marchio... la P&G non se ne accorge neppure e i lavoratori muoiono di fame.

    Ma non credo che il blog di Profumissima sia il luogo adatto per portare avanti questa lotta.

    RispondiElimina
  25. divalady io sono andata a leggere,certo non è una bella cosa,ma sarebbe anche giusto fare,come scrive Profu, una legge riguardo a questi test...A nessuna di noi scommetto piaccia questa cosa,ma per impedirla?

    RispondiElimina
  26. @Doni: hai perfettamente ragione e so anche che non è questo il luogo x discuterne, mi scuso se sono andata fuori tema (questo è un blog che leggo e commento sempre e mi piace molto).
    Volevo solo puntualizzare che non sono "voci" messe in giro dalla concorrenza tutto qua!!!
    Buona giornata a tutti!!!!

    RispondiElimina
  27. Dony, ho visto anche io da qualche settimana il nuovo marchio da Limoni, ma ho le tue stesse identiche curiosità senza risposta.

    RispondiElimina
  28. se fosse vero che davvero dà questo comfort!!!!facci sapere facci sapere!!!

    RispondiElimina
  29. per quanto riguarda i test, non c'è dubbio che la procter & Gamble sia una delle peggiori nel campo della vivisezione, ma so anche che dal marzo 2009 è proibito testare su animali, o mi risulta male??? si, è una barbarie, tant'è che molti cosmetici che trovo riportano adesso la scritta. testati su umani, no su animali. .. ma questo non può, non deve diventare un blog di sensibilizzazione eccessivo: non trovo sia giusto colpevolizzare Profumissima perchè non affronta certi argomenti su cui peraltro si tratta in modo competente ed approfondito altrove.

    RispondiElimina
  30. Il mio naturalmente divalady, non voleva essere un rimprovero hai fatto benissimo a scrivere questa cosa,ma ho letto un'elenco ENORME di prodotti che "sperimentano",come evitarli tutti....Nei supermercati Naturasì dove mi reco delle volte a comprare qualcosa,ci sono dei prezzi esorbitanti e lì di certo trovi prodotti certificati,ma a fine mese(se non prima....) ti ritrovi col portafogli vuoto....Certo se la grande distribuzione si adeguasse,non si starebbe sempre lì col biodizionario a controllare inci o certificazioni varie!P.S- Allora Kally, hanno aperto anche a Milano! sul loro sito dicevano "prossima aprtura"... Ma comunque a me non ha convinto tanto,non sò a prima vista mi sono sembrati,come dire,"scarsi..." Attendo pareri.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails