venerdì 4 febbraio 2011

Chanel Rouge Coco Shine rossetto

Pro: piacevole, lucido, confortevole, dura a lungo.... (inserite qui altri aggettivi lusinghieri per un rossetto)

Contro: il prezzo, ovviamente. Aggiungerei anche il fatto che il colore "Boy", ritratto nella foto, è un'edizione limitata. Da marzo, però, arrivano i nuovi colori!

Prezzo: 23 euro.

*************************************************************

Come ogni donna innamorata fa col suo uomo, anche Gabrielle Chanel aveva dato un nomignolo al suo grande amore: Arthur Capel, per lei, era semplicemente "Boy".

Non ho mai avuto un amore folle per la donna Coco Chanel: mi ha sempre dato l'impressione di avere un pessimo carattere e standard troppo alti per chiunque (la povera Romy Schneider era troppo grassottella per la Signora). Tuttavia, ho un fortissimo debole per lo stile che mostra nelle foto vintage, con le sue eterne giacchine bon-ton e le collane lunghe, le perle e i ciondoli: inutile dire che, purtroppo, il più minuscolo dei capi di abbigliamento Chanel è lontano mille miglia dal mio stipendio.

Il solo modo che una donna "normale" come me può arrivare a sfiorare il grande glamour di Chanel è attraverso il suo maquillage, e in particolare con le edizioni effimere.

Le ultimissime, in ordine di tempo, mi sono purtroppo sfuggite (non mi capitava da anni!) e così il mitico smalto "Black Pearl" rimarrà un miraggio. Per fortuna, però, sono riuscita a procurarmi "Boy", il primo Rouge Coco Shine in edizione limitata.

Onestamente, il fatto che questo bellissimo rossetto facesse parte della linea Rouge Coco mi aveva fuorviata: la tremenda delusione presa in passato con il prodotto che ha sostituito l'Hydrabase (leggete qui) mi ha resa un po' guardinga nei confronti del make-up Chanel. Tuttavia, ero troppo curiosa: sono inspiegabilmente attratta dai rossetti con la forma tagliata piatta, di sbieco. Non è una cosa che so spiegare, ma è un fatto. 

Da due giorni, Boy mi accompagna nelle mie estenuanti diatribe lavorative senza scomporsi, rimanendo colorato, fermo, confortevole. La gioia che provo nel reinnamorarmi di Chanel è troppo grande perché io possa tradurla in parole.

Il rosa pesca leggerissimo di Boy è un passepartout, va bene con qualsiasi genere di trucco. Purtroppo, è un'edizione limitata, quindi dovrò cercare di contenere il mio entusiasmo e di limitarmi nell'uso.

Ovviamente, sono sicura che a marzo, quando usciranno le altre 17 tinte della collezione, saprò innamorarmi di nuovo.

Tuttavia, come Chanel ebbe altri amori ma solo Boy le rimase nel cuore, così pure io avrò altri Rouge Coco Shine ma nessuno mai saprà essere per me quello che è stato il mio Boy :-)

14 commenti:

  1. Le storie d'amore più belle sono spesso quelle che finiscono prematuramente. Pensaci, quando terminerai il tuo Boy senza speranza di poterlo ricomprare.

    RispondiElimina
  2. come al solito, vedo un bellissimo colore con un prezzo elevato...e come al solito mi riprometto di farmi un regalo per il mio compleanno, chissà se stavolta gli scupoli di coscienza lasceranno posto a un piccolo sgarro? il seguito nella prossima puntata!

    RispondiElimina
  3. Costa troppo per un rossetto... ma la forma tagliata piace anche a me.
    Lo trovo più pratico da applicare... ma non chiedermi perché...

    RispondiElimina
  4. Almeno dei tradimenti "cosmetici",possiamo permetterceli,Profu! In questo senso da quando "ti frequento",ci ho preso gusto!!!! Questo però, è un tradimento piuttosto costosetto e come le "giacchine bon ton",mi accontenterò di case cosmetiche alternative...... ;D

    RispondiElimina
  5. Io ho un debole per i rossetti e questo non me lo lascerò sfuggire. Ma è matte?

    RispondiElimina
  6. Mah.... Cara Kally, io credo nell'Amore eterno...

    RispondiElimina
  7. Cara Topins, un romanzo avvincente!!

    RispondiElimina
  8. A me dà un senso di idratazione maggiore, non so perché nemmeno io, cara Taksya...

    RispondiElimina
  9. Io ci ho preso TROPPO gusto, cara Dony1 ;-P

    RispondiElimina
  10. No cara Stephy, è lucido, anche se non perlato.

    RispondiElimina
  11. E' incredibile come invece io odi letteralmente il rossetto "stilo" e come ami la classica forma. Idem, non chiedermi perché.

    Ho visto Boy sul blog di una collega e fortunatamente non esercita su di me lo stesso fascino, sia per il colore che per la forma da me tanto disdegnata (che per te suonerà come una bestemmia eheh).

    RispondiElimina
  12. ciao prof, come va? intervengo su questo prodotto perchè ormai sono letteralmente innamorata di Chanel ,e questo colore non mi ha deluso: un rosa leggermente pescoso, naturale ma non banale.

    una precisazione: ma chi te l'ha detto che la mitica Mademoiselle non ha vestito la povera Sissi? Suoi erano i costumi in Boccaccio '70, addirittura Coco prese la Schneider sotto la sua ala protettrice e ne divenne amia ... ci sono addirittura delle foto che le ritraggono insieme,con romy rigorosamente abbigliata chanel ...

    RispondiElimina
  13. Ma no, cara Marguerite, i gusti sono gusti ;-)

    RispondiElimina
  14. Lella!!! Come stai? Non ti sentivo da tanto :"-)

    Per la Romy Schneider, probabilmente l'articolo a cui mi riferivo io parlava degli esordi della loro conoscenza, ma ricordo benissimo le foto che ritraevano la Schneider nell'atelier di Rue de Cambon, sorridente vicino ad una Coco indifferente e arcigna. Magari si saranno conosciute meglio in seguito?

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails