venerdì 29 marzo 2013

Illamasqua Nail Varnish in Vice (rubber finish) smalto per unghie

Pro: il colore è davvero bello.

Contro: sono andata inavvertitamente a scegliere un finish che loro definiscono "rubber", quindi opaco e, letteralmente, gommoso. Io l'ho trovato brutto. Inoltre, per noi italiane Illamasqua è acquistabile solo dal sito www.illamasqua.com, con prezzi di spedizione non esattamente contenuti.

Prezzo: 13,50 sterline più spese di spedizione.

Curiosità: attenzione, per ordinare dall'Italia gli smalti e i profumi Illamasqua, sul sito www.illamasqua.com, è necessario scegliere la spedizione Premium International: costa ben 15 sterline!

*********************************************************************************

Questa è la storia di un fallimento, su tutta la linea. 

Che peccato, ho sempre voluto testare Illamasqua, ma ho scelto il prodotto e il momento sbagliato!

Durante il mio viaggio di nozze negli USA, mi è capitato di vedere diversi stand cosmetici di questa marca, ma anche potendo finalmente procurarmi qualcosa by Illamasqua, non ho avuto voglia di procedere all'acquisto: gli espositori erano sempre letteralmente impiastricciati, cosa che mi ha un po' disgustata e sicuramente distolta dall'approfondire l'argomento in loco.

La curiosità, però, non mi è passata: tutte voi mi dicevate sempre meraviglie di questo brand. Perciò, quando a gennaio hanno messo i saldi sul sito Illamasqua, ho deciso che era arrivato il momento di provare. I prezzi erano davvero bassi: credo di aver pagato circa 3 sterline per questo prodotto che normalmente ne costa almeno dieci in più. Poi ho preso un gloss, due rossetti e una palette di 4 ombretti.

Passa una settimana e il pacchetto non arriva. Ne passano due e ancora niente. Ne passano tre e comincio ad allarmarmi. Sulla pagina Facebook di questo blog, qualcuna di voi mi avverte che stanno avendo problemi con la spedizione degli smalti all'estero e lì, zac! ho capito qual era il busillis. Dopo qualche giorno ancora, mi arriva una mail del Customer Care Illamasqua in cui mi si spiega il problema (modifiche alla politica della Royal Mail per la spedizione di smalti e profumi) e mi si chiede: che vuoi fare? Ti ridiamo i soldi indietro o rispediamo a spese nostre? Ovviamente, ho insistito: rispedite pure. 

Ci sono volute altre due settimane circa (anche qualcosa in più) per veder arrivare il mio pacchettino, rotto, tra l'altro. Per fortuna il contenuto era integro...

Dopo tutto questo ambaradan, credereste che ho testato subito i prodotti contenuti al suo interno? Giammai: ho guardato con dispiacere i miei acquisti per un po' e solo qualche giorno fa ho deciso di procedere all'uso. 

Ho cominciato con lo smalto: e mi è andata male. 

Innamorata del colore "Vice", che vedete nella foto, non mi ero accorta di aver acquistato uno dei pochissimi smalti Illamasqua dotati del terribile finish "rubber", che io nemmeno sapevo che esistesse. Nell'ignoranza, ho utilizzato questo smalto rimanendo a dir poco sconvolta dal bruttissimo tono opaco che assumeva sull'unghia: un festival di striature orrendo. L'unico pregio che gli ho trovato è stato quello di asciugarsi in fretta. Ho salvato la situazione con un top coat luciderrimo (il mai abbastanza lodato "Better that gel nail sealer" di Essence), ma comunque il risultato mi ha delusa tantissimo.

Solo oggi scopro che questo smalto non è cattivo, è che lo disegnano proprio così: io mi limito a dirvi che trovo questo finish "rubber" tremendo e vi esorto a verificare, al momento dell'acquisto, che stiate comprando esattamente il finish che vi aspettate, fra i vari glossy, metallizzato, opaco, ecc. Magari potrebbero anche piacervi le unghie "rubber", però scoprire di non aver preso quel che stavate cercando è davvero una sensazione spiacevole. Soprattutto, considerando quanto costa adesso acquistare smalti dal sito di Illamasqua: 15 sterline di sola spedizione, non so se mi spiego.

Per farsi perdonare del trambusto verificatosi lo scorso gennaio, Illamasqua ha inviato alle sue clienti sfortunate un voucher di 20 sterline da spendere entro marzo 2014. Stavo quasi pensando di utilizzarlo, quando ho cominciato a ricevere dal loro customer care due strane conferme d'ordine: peccato che io non avessi acquistato nulla, però. Ho segnalato il disguido via mail: nulla. L'ho segnalato via Facebook e mi hanno  risposto subito che avrebbero controllato. Ma non mi hanno mai più risposto. L'altro giorno mi arriva un nuovo pacchetto che duplica l'ordine che ho fatto a gennaio, ma con due prodotti in meno. Ho chiesto, ancora via Facebook, come fare a rispedirlo, e mi hanno detto detto di contattare l'indirizzo email dello store. Sto aspettando risposta.

Non so se la mia storia con Illamasqua continuerà. Di certo è una delle liaison cosmetiche più faticose che mi sia mai capitato di intrattenere :-/

7 commenti:

  1. Come storia d'amore, in effetti, è molto triste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero ancora nell'happy ending...

      Elimina
  2. Con i problemi che hanno avuto da inizio anno si leggo racconti che fanno un pò passare la voglia di provare a prendere qualcosa. Io spererei di incappare in un loro espositore durante le vacanze estive (w il turismo cosmetico!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. W il turismo cosmetico sempre!! :-)

      Elimina
  3. Mammamia, ma una via crucis proprio... e accanimento della sorte!! :-((

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace per la tua disavventura. Io non ordino da loro da un bel po', ma devo dire di essermi sempre trovata benissimo. Ovviamente cercavo sempre swatch online dei prodotti che volevo, non li avrei mai presi a scatola chiusa.
    Anche con il servizio clienti l'esperienza è stata più che positiva, una volta ho avuto un problema col sito, gli ho scritto e loro mi hanno subito risposto e risolto il tutto.
    Adesso purtroppo avranno messo queste spedizioni per gli smalti... un vero peccato che sinceramente non mi incentiverà ad acquistare ancora da loro...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails