mercoledì 17 aprile 2013

Avon Gel Shock Eyeliner a matita formula gel



Pro: tratto scorrevolissimo e nero più della pece. Era l'eyeliner a matita della mia vita, ma...

Contro: mi fa lacrimare copiosamente un occhio. Uno solo. Non ha senso, ma è così.

Prezzo: credo di averlo pagato un euro e cinquanta, era in offerta. Normalmente credo ne costi circa 6.

*********************************************************************************

Non consiglierei a tutte le donne un fidanzamento lungo come quello che ho avuto io. Ho incontrato mio marito quando avevo vent'anni e l'ho sposato quattordici anni dopo, il 23 settembre dello scorso anno. Sicuramente ho perso le avventure, i colpi di testa, gli errori clamorosi eppure tremendamente eccitanti, ma era proprio questo, l'amore che cercavo: una persona che crescesse insieme a me. Vi dirò, anzi, che sebbene io e lui abbiamo condiviso quasi metà delle nostre vite, vorrei averlo incontrato ancora prima. 

Essendomi fidanzata così presto, vi dicevo, non ho conosciuto grandi delusioni d'amore (almeno fino ad oggi, eh!). Ecco allora che la dea dell'Amore Cosmetico ha voluto punirmi per questa grandissima fortuna che ho avuto nella mia vita privata facendomi incontrare l'eyeliner dei miei sogni ed impedendomi di frequentarlo.

Non passa giorno che io non spasimi per lui. Ci penso, intensamente, mi manca. Io l'amo.

Ma fra noi nulla può essere, mi fa soffrire troppo. Quante lacrime ho versato per lui! Letteralmente.

Il Gel Shock Eyeliner di Avon è quello che tutte noi vorremmo: intenso, lascia il segno. Dura tanto, non sbava, costa anche poco. Se non fosse per l'incomodo (lo ammetto: per me è un incomodo) di doverlo procurare obbligatoriamente via presentatrice, lo comprerei e lo ricomprerei. Ma tanto è inutile, non c'è storia fra noi.

Non mi era mai capitato prima e credevo alla veneranda età di quasi 35 anni di essere immune da questo genere di inconveniente, ma purtroppo il Gel Shock Eyeliner di Avon mi fa lacrimare. Solo l'occhio sinistro!

Ho passato giorni a credere potesse trattarsi di una mia intolleranza alle lenti a contatto, non avrei mai creduto potesse essere lui il colpevole di tutto. E' stata una mia collega, sentendomi lamentare per la continua lacrimazione, a chiedermi se avessi cambiato qualcosa nella mia routine di trucco. E lì avrei voluto sprofondare. No: non lui. Non potete farmi questo!

Invece, appena sono passata ad altro eyeliner, il problema è scomparso. Se penso che l'ultima volta che ho partecipato ad un evento cosmetico a Milano ho passato tre quarti del tempo a specchiarmi constatando come le lacrime mi andavano via via cancellando il trucco!!

E' terribile, ma io e il Gel Shock abbiamo dovuto separare le nostre strade: è stato un grande Amore, ma sono sicura che saprà rendere felice tutte voi, tanto quanto a me, invece, ha regalato solo lacrime. Quelle, e l'amaro ricordo di una passione che non ha potuto avere un happy ending.


10 commenti:

  1. Che bella la storiella!!! Mi hai fatto davvero sorridere e in alcuni tratti ridere :)

    RispondiElimina
  2. davvero un peccato cara...
    kiss e buona serata
    vendy

    NEW POST!!!
    FOLLOW ME ON:
    the simple life of rich people blog

    RispondiElimina
  3. Purtroppo questa matita brucia anche a me e a mia madre e la penso proprio come te sul fatto che sia la matita della vita... Peccato! La usano anche le Pixiwoos :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai Serena :-( Mi dispiace, sorella mia di lacrime!

      Elimina
  4. Che storia...strappalacrime! Per solidarietà femminile non darò nemmeno una possibilità a chi tanto ti ha fatto soffrire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, se vuoi provare te la passo, Kally...

      Elimina
  5. Sempre forte il modo in cui scrivi ;)
    Che peccato, una storia d'amore finita proprio male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Eh sì, potevamo essere una coppia esplosiva, io e lui...

      Elimina

Related Posts with Thumbnails