mercoledì 19 giugno 2013

Almay Smart Shade Perfect & Correct primer viso correttore del colorito

Pro: come primer uniformante della grana della pelle non è malaccio. Se avete bisogno di una "tela" su cui far lavorare il vostro fondotinta, una volta ogni tanto, fa al caso vostro.

Contro: la correzione del colore è inesistente. Irreperibile sul mercato italiano, qualcosina la potete trovare su www.ebay.co.uk.

Prezzo: credo di averlo pagato intorno agli 8 dollari, o giù di lì.

*********************************************************************************


Sono affezionata a tutti i prodotti cosmetici che ho acquistato nel corso della mia luna di miele, lo ammetto. Anche a quelli che ho acquistato per mere ragioni di packaging, tipo questo.

Sì, certo, quando l'ho preso ho inscenato il solito teatrino fra me e me dicendo che mi serviva assolutamente, ma in realtà sapevo di volerlo per la sua doppia spirale colorata, e basta.

Il principio è lo stesso della CC cream L'Oréal che ho acquistato mesi più tardi: un prodotto che mi aiutasse a correggere rossori (col nastro verde) e pelle spenta (col nastro viola), solo in versione gel setoso. Tutto d'un tratto, nella mia vita ha fatto irruzione questo complesso di avere la pelle poco uniforme: in realtà ho un incarnato normalissimo, solo che uno dei contraccolpi della passione cosmetica è che si sviluppa tutta una serie di sensi di inadeguatezza a cui bisogna rispondere con l'acquisto del caso. Ecco dunque il motivo del mio personale trend di correzione cromatica :-/

La prima volta che ho utilizzato questo primer, avevo un bel brufolo all'angolo della bocca e quindi volevo proprio vedere se lo Smart Shade Perfect & Correct poteva fare al caso mio. 

Er... no.

Il mio colorito è rimasto esattamente lo stesso, né più né meno, e non solo in zona brufolo, ma proprio su tutto il viso. Certo, il fondotinta (un Catrice dall'effetto mat) ha potuto beneficiare di una "tela" perfettamente liscia ed omogenea e si è mantenuto inalterato per un periodo leggermente più lungo rispetto al solito. Però la caratteristica principale di questo primer, il motivo principe per il quale una consumatrice sceglierebbe lui piuttosto che un altro, per intenderci, è deludente: correzione del colore, zero.

Ora il mio primer Smart Shade fa bella mostra di sé sulla mensola del bagno, perché diciamocelo, è un oggettino carino e fa tanta tanta scena. Però il ninnolo cosmetico, anche se ha il suo perché, mi dà un po' di dispiacere. 

Affetto e dispiacere insieme :-/



4 commenti:

  1. peccato che non corregga il colore della pelle e la renda più uniforme...perchè il packaging è davvero d'impatto
    xoxo
    vendy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: mi dispiace proprio tanto che un prodotto così carino non funzioni ;-(

      Elimina
  2. Ti capisco Profu, anche io spesso mi faccio tentare dal packaging, inscenando lo stesso teatrino. Questo, per esempio, sarebbe sicuramente venuto a casa anche con me, è davvero carinissimo! Però il dispiacere è ancora maggiore se viene da un prodotto che, almeno in apparenza, piace! Peccato!

    RispondiElimina
  3. Comprendo perfettamente il fascino che esercita su di te perché lo subisco anche io!!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails