giovedì 24 settembre 2009

Barry M Duzzle Dust ombretto luminoso in polvere libera

Pro: nel titolo ho scritto "luminoso"? Cancellatelo: sostituite con "scintillante"! E' l'ombretto più nacré che abbia mai provato, senza dover ricorrere al glitter!
Poi ha una bella texture quasi cremosa, leggermente grassa, lascia una traccia visibilissima e dura a lungo.


Contro: allarme imbranate! Non penso di essere l'unica ad aver avuto problemi col vasetto che sparge la polvere libera di qua e di là. In più, Barry M non è venduto in Italia: lo trovate però sul sito inglese Barrym.com, su Asos, su Ebay e su tanti altri siti.

Prezzo: 4,5£ su Barrym.com

Curiosità: su Cocktailcosmetics.co.uk si specifica che Dazzle Dust può essere utilizzato anche su labbra e guance, ma secondo me è troppo perlato per questo uso: il sottotono argentato è molto evidente. Comunque, de gustibus!

**************************************************************************************

Ok, lo ammetto: ho tentennato a lungo prima di acquistare un Dazzle Dust di Barry M.

Avevo l'impressione che fosse un po' troppo vistoso per me, pensavo che potesse essere quel genere di ombretto che dopo un paio di ore d'uso ti viene voglia di tirar via perchè semplicemente non ti corrisponde. Invece no.

L'ultima volta che ho fatto un ordine su Cocktailcosmetics.co.uk ho deciso di procedere con la sperimentazione, e ho acquistato il colore più Barbie-girl che ci sia: "Pink Shimmer 86".

Quando mi è arrivato, mi sono chiesta: oddio, e questo quando mai lo metterò?
Poi una mattina mi sono svegliata con gli occhi più stanchi del solito e ho ricordato di quel vecchio trucco per nascondere le ore di sonno perso: truccati di rosa. Quale rosa più rosa di questo?

Il vasetto di Duzzle Dust è minuscolo, questo un po' mi ha delusa: poi ho capito che una sola oncia di prodotto in più sarebbe inutile, stiamo parlando di un ombretto iperpigmentato che va usato a piccoli tocchi per scongiurare il rischio di un occhio con bagliori da disco-music del tutto privi di fascino vintage...

Aprendolo ho passato un buon minuto a bearmi di questa piccola distesa di polvere rosa confetto che giaceva compatta e intonsa. Ho fatto l'errore (stupidissimo e annunciato) di volerne prelevare un po' inclinandolo nel tappino, come si fa coi minerali: patatrack, mi si è spatasciato un terzo di Dazzle Dust sul cleenex che avevo posto a protezione della superficie del lavabo. Sono riuscita a ritravasarlo, ma una parte si è tenacemente attaccata al cleenex, con la sua cosistenza grassa e coloratissima.

Passando all'applicazione: il pennello che fa al caso di polveri libere come questa è quello con applicatore conico, simile allo sfumino per le matite occhi. Si preleva pochissimo colore e lo si picchietta sulla palpebra prima di sfumarlo. Dazzle Dust lascia una traccia molto visibile, setosa, luminosissima: quasi una lamina rosa metallizzata. Incredibile!

La cosa che mi ha stupita di più è che Dazzle Dust, contrariamente alla maggior parte degli ombretti nacré in circolazione, ha una durata ottimale: rimane integro per ore e ore senza addensarsi nelle pieghe delle palpebre! Certo, utilizzando una base come quella ArtDeco il rischio è totalmente scongiurato, ma anche da solo dà risultati molto soddisfacenti.

Barry M, come avrete letto più in alto, è un marchio inglese che non è ancora stato distribuito in Italia, ma per fortuna ha un sito internet dotato di e-commerce: la spedizione in Italia costa 5£.
In ogni caso sono tanti i siti che tratano questo marchio: i miei preferiti sono Asos e Cocktail Cosmetics :-)

Mi raccomando ragazze, non lasciate che le mie acrobazie alla SuperPippo vi scoraggino dal provare i Dazzle Dust! Sono fantastici, e ce ne sono talmente tanti che non avrete altro che l'imbarazzo della scelta ;-)


16 commenti:

  1. E con questa tua ultima affermazione lasci chiaramente intendere che non ti limiterai a un solo vasetto, giusto?

    RispondiElimina
  2. Dopo i tuoi consigli sono sicura che il mio approccio con Barry M Duzzle Dust sarà migliore , anche io combino sempre dei pasticci con questo genere di prodotto.
    Una linea sicuramente da provare.
    Baci

    RispondiElimina
  3. Sei davvero UNICA Profu!! L'hai ordinato lo stesso,anche se non sapevi se lo avessi mai usato!!!! Ma forse,sperimenti anche per noi e ti "sacrifichi"....:D

    RispondiElimina
  4. HypnoticLullaby24 settembre, 2009

    Come tu già sai, io amo questo prodotto. Quello che ho io, Winter Berry, non è così nacré. Ma confermo la consistenza vagamente grassa! Mi è parso difficile da lavorare all'inizio, poi ho solo usato un po' più di polso per sfumare e bon :D
    *SIIIIII*

    RispondiElimina
  5. differenza8024 settembre, 2009

    E' da un po' che giracchio intorno al sito Barrym.com :)e penso che un giorno di questi farò il mio ordine (e quando ordino...di certo non mi limito a 3/4 prodottini :) eheheh)....odoro tutti i colori iper-pigmentati!!!ciao prufu!!!Mony

    RispondiElimina
  6. che peripezie XD io neanche mi ci provo!!!
    Ho preso 3 smalti Barry M., uno identico al Jade di Cahenl, uno marrone e uno...GRIGIO!!! Amour!!!

    RispondiElimina
  7. io mi pento amaramente di non averli scoperti (o meglio presi) durante il periodo di "trionfo" dell'euro sulla sterlina :( ora vorrei provarli tutti ma 4.5£,considerando i colori che mi piacciono (tipo 18 °_°),sarebbe una spesa IMMANE ._.

    RispondiElimina
  8. Non fa per me faccio parte delle imbranate!

    RispondiElimina
  9. Non so, Kally... non ho ancora deciso...

    RispondiElimina
  10. E' grazie a te che l'ho provato, Hypnotic!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Mony!!! Se provi, torni qui a recensirlo anche tu?

    RispondiElimina
  12. Siiiiiiii!!!!! Anche io voglio lo smalto grigio, Le Chou Chou!!! ne avevo visto uno China Glaze in tonalità Stone Age che... yuuuummmmmm!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Eveline! Anche adesso la sterlina è un po' abbacchiatella, magari non come un tempo, ma... ;-)

    RispondiElimina
  14. Se ce l'ho fatta io, Paola... :-D

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails