giovedì 27 maggio 2010

Benefit Sugarbomb fard per il viso

Pro: dà un effetto naturale alle guance e, anche se non c'entra nulla, ha una scatolina tanto carina...

Contro: per me, è troppo lieve. Ho bisogno di qualcosa che lasci una traccia un tantino più intensa. Con quel che costa!

Prezzo: 31 euro.

Curiosità: personalmente amo di più altre polveri per il viso by Benefit. Dallas eDandelion, ad esempio.

**************************************************************************************

Sugarbomb di Benefit non è una novità, credo sia uscita un annetto fa e me la sono procurata quasi subito. Perché non ve ne ho parlato prima, allora? Beh... perché mi ha lasciata tiepida.

Benefit è per me il marchio delle grandi passioni: abituata come sono all'imprescindibile Benetint e all'ormai introvabile Maybe Baby, il mio profumo preferito, mi fa sempre un po' strano provare un prodotto di questo marchio che non mi sconvolga positivamente la vita. E invece è successo.

Non è la prima volta, intendiamoci: anche col Colour Plump non ho fatto salti di gioia, però qui ci avevo messo proprio il pensiero.

Sarà il mix di pesca, prugna leggerissimo e due toni di rosa, sarà la scatolina che, come al solito, trovo irresistibile. Sarà che la promessa è di donare alle guance il lieve rossore delle piacevoli emozioni... Insomma, sarà forse un problema di aspettative troppo alte. Fatto sta che quando ho passato il pennello sul viso... ho visto poco. E ci sono rimasta troppo male!

Il colore è modulabile, ok. Se si insiste, il risultato è evidente. La risultanza delle varie tinte, però, non mi ha particolarmente colpita: è una sorta di rosa lievemente corallo. A questo punto, per voler rimanere in ambito Benefit, meglio il blush Coralista, che ha sì una confezione esecrabile (troppo kitsch persino per me!), però ha proprio un bellissimo colore.

Mi pare di ricordare che anche alcune fra voi non hanno avuto una grandissima impressione di Sugarbomb: mi dite in cosa vi ha deluse? Vorrei sentire anche la voce di chi invece lo ama: ammetto di sentirmi un po' in colpa nei confronti di Benefit... Sono troppo innamorata di questo marchio!

5 commenti:

  1. Quello dei fard poco scriventi è un cruccio che ho anche io. Adesso mi sono abituata e li trovo bellissimi, ma all'inizio, abituata com'ero ai colori vivaci di Yves Rocher, trovavo troppo naturali perfino i miei (ora) amati Studio ELF. Lo so che per scolpire basta un'ombra, ma mi piace che la differenza con/senza sia abbastanza percettibile.

    RispondiElimina
  2. Anche io mi faccio incantare dal packaging e dal disclaimer, ma spesso i prodotti non sono all'altezza delle aspettative. Ci sono cose davvero valide, ma altre che non valgono assolutamente quello che costano. Secondo me è proprio una questione di aspettative troppo alte date dalle promesse esagerate e dalle descrizioni troppo pompate dei prodotti. Comunque le polveri Benefit a me piacciono proprio perchè sono leggere e si possono modulare, anche se questo blush ancora non l'ho provato. Ho coralista e dandelion e mi piacciono molto.

    RispondiElimina
  3. Quando un fard non risponde alle mie aspettative ,anch'io ci resto male!Questo non l'ho mai usato perchè "lontano dalle mie tasche", ma non sono mai rimasta delusa da Yves,Maybelline,Kiko e Bottega Verde!

    RispondiElimina
  4. concordo con la recensione, l'ho testato + e + volte ma nada : a meno che non te la applichi una delle loro estetiste (ce ne sono alcune che con la mia faccia hanno fatto miracoli !!), nisba, colore se ne vede pochino !!

    RispondiElimina
  5. Ho visto il sugarbomb da Sephora e me ne sono subito innamorata... Sul mio viso pallidissimo lascia un bel rosa naturale che mi da' un aspetto sano...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails