lunedì 19 settembre 2011

Yves Rocher Trattamenti vegetali autoabbronzanti al tiaré: Idratante ad abbronzatura progressiva corpo e Trattamento lift viso


 
Pro: dimenticate gli autoabbronzanti che macchiano, che stentano ad assorbirsi e puzzano di cracker stantìo. I prodotti di questa linea Yves Rocher sono gli unici ad avermi liberata dalla paura della tintarella cosmetica.

 
Contro: nessuno in particolare.

 
Prezzo: onestamente non ricordo il prezzo preciso, perché li ho presi utilizzando sempre una delle numerose offerte che Yves Rocher invia mensilmente alle sue clienti. Comunque, mi sembra si aggirino intorno ai 12 euro l'uno.

 
Curiosità: la linea si compone anche di un Gel Nacré e di uno Spray Express (questo mi dicono che è più forte e richiede maggiore perizia applicativa). Ipoteticamente dovrebbe esserci anche un latte viso e corpo, ma non l'ho mai visto in negozio. Questa linea è al secondo posto nella mia personale classifica dei best Ten of Summer 2011.

 
**********************************************************************************

 
Mi sento molto Cristoforo Colombo mentre vi scrivo queste righe, ma stento a contenere l'emozione: questa è stata la più grande scoperta cosmetica che io abbia fatto negli ultimi anni.

 
Voi capite: dopo anni di pallore assoluto, dopo che mi ero rassegnata a farmi piacere il mio bianco-mozzarella, dopo che tutti mi hanno detto di tutto in tutte le occasioni estive e dopo tutte le spiegazioni che ho dovuto dare in merito al mio colorito poco sano ("Il sole mi fa male", "Non amo stare al sole", fino all'estremo "Non ho melanina"), finalmente ho trovato la linea cosmetica che ha messo a tacere gli impiccioni e la mia scarsa autostima.

 
Oggi, io sono beige. Un beige caldo, leggermente dorato, dall'effetto tutta-salute e naturalissimo.

 
Ok, ok: non sono diventata Naomi Campbell, ma solo perché la mia base lattea non consente miracoli. Però, se fossi stata più costante nell'utilizzo, avrei potuto osare molto di più.

 
Questi due autoabbronzanti consentono di modulare il colore nel modo che più ci piace. La versione corpo è un idratante ad azione progressiva, mentre la versione viso è un autoabbronzante vero e proprio, però leggerissimo. Entrambi si assorbono bene (ricordo la Johnson's Holiday Skin, che non voleva farsi assimilare dalla mia pelle per nessun motivo) e hanno un buon odore (il tiaré si sente molto lontanamente, ma non è per nulla una fragranza strana, come di solito capita con questo genere di prodotto).

 
Valgono le solite precauzioni da adottare con gli autoabbronzanti:

 
fate uno scrub prima di applicarli: vi consentirà di ottenere un colore molto più uniforme;
  •  stendete il prodotto evitando contorno occhi, sopracciglia e radice dei capelli;
  • al termine dell'applicazione, lavate le mani facendo particolare attenzione a spazzolare le unghie;
  • evitate il contatto con l’acqua per qualche ora dopo l'applicazione, per evitare di lavare via tutto.
Personalmente, consiglio di utilizzare questi prodotti per circa 3/4 giorni di seguito, per poi riapplicarli una volta ogni tre giorni, per conservare il risultato.

 
Non utilizzerò gli autoabbronzanti Yves Rocher anche d'inverno, perché nei mesi freddi mi piace avere la pelle diafana (ebbene sì). Tuttavia, sono contenta di poter portare ancora un po' con me quest'estate 2011, la prima in cui posso dire di essermi abbronzata.

 
Grazie Yves Rocher!

10 commenti:

  1. "puzza di cracker stantio"...è vero, cosa mi hai riportato alla memoria..l'odore pessimo degli autoabbronzanti di vecchia generazione è forse uno dei motivi per cui ho usato pochissimo e solo in passato questo cosmetico. Dalla tua recensione mi pare di capire che siano notevolmente migliorati, come molte cose in campo cosmetico, però è anche vero che da anni sono in pace con il colore della mia pelle...!

    RispondiElimina
  2. Sarà per via della mia carnagione scura, ma questi prodotti sono tra i pochi che non riescono in nessun modo ad attrarmi....

    RispondiElimina
  3. Oh che bello, spero li riproporranno l'anno prossimo! Io adoro stare al sole, ma sempre con la protezione alta per via dei nei e comunque mi abbronzo difficilmente. Ho sempre cercato l'aiuto di autoabbronzanti, ma l'effetto carota non mi dona proprio... E nemmeno la puzza.

    RispondiElimina
  4. Queste si che son soddisfazioni :-)

    RispondiElimina
  5. Cara Topins, non so se gli altri brand abbiano migliorato i propri autoabbronzanti, ma ti assicuro che questo è proprio un altro pianeta. Tra l'altro, non conferisce nemmeno il tipico color aranciata che viene comunemente associato alle abbronzature cosmetiche.

    RispondiElimina
  6. E beata te, Hermosa, che non sei mai stata molestata dai fan dell'abbronzatura a tutti costi!

    RispondiElimina
  7. Cara Molkinaify, credo che siano in vendita anche d'inverno, ma potrei sbagliarmi.

    RispondiElimina
  8. Cara Dama Bianca, puoi dirlo forte :-)

    RispondiElimina
  9. Prodotti a cui (almeno al momento) non sono interessata, ma la qualità di YR è fuori discussione!

    RispondiElimina
  10. Potrebbe essere l'ottima soluzione per cercare di mantenere l'abbronzatura "duramente conquistata"che al rientro dalle vacanze,svanisce subito via!!! Confesso anch'io di essere rimasta "indietro" con gli autoabbronzanti e di averci avuto per giunta, un "cattivo rapporto" ma grazie a Yves,che resta sempre il mio primo amore,potrei cambiare idea....

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails