martedì 14 febbraio 2012

Inglot O2M Breathable Nail Polish, lo smalto che lascia respirare le unghie

Pro: facilità di stesura, rapidità di asciugatura.

Contro: si rovina abbastanza velocemente. In più, Inglot è difficile da reperire.

Prezzo: intorno ai 13 euro.

Curiosità: i negozi Inglot in Italia sono solo due: a Milano, in via Cusani 7-9 e a Verona, in via Cappello 51. Poi ci sono due corner presso la Coin di Como, in via Pietro Boldoni 3, e presso la Coin di Roma, in Piazzale Appio 7 (Metro A, fermata San Giovanni). Speriamo che lo shop online apra presto i battenti anche per noi italiane!
 
 
**********************************************************************************
 
Se mai scriverò una mia autobiografia, dedicherò un capitolo intero al raid cosmetico che mi vide protagonista la scorsa estate, presso la Coin di Piazza San Giovanni a Roma.
 
Ho ricordi molto precisi del fattaccio, anche se si trattò di una vera esperienza orgiastica: io, sommersa da creme, gloss, rossetti, pigmenti, smalti, salviettine rinfrescanti, contesa da alcune commesse e rincorsa da altre che brandivano cestini per aiutarmi nell'impresa di dar fondo a tutti i miei risparmi.
 
Ecco cosa succede ad una donna che non ha mai visto Inglot.
 
Questo brand polacco ha avuto una diffusione abbastanza recente, sul suolo italico, ma per giovane che sia la sua presenza nelle nostre profumerie, ha già fatto migliaia e migliaia di fan. Merito di una buona qualità, affiancata da prezzi equilibrati e da un'immagine molto professionale e stilosa.
 
Dal corner Inglot della Coin di Roma sono emersa con un gloss, una palette di ombretti, un lucidalabbra in pot, un pigmento e uno smalto.
 
Comincio col parlarvi di quest'ultimo, che accompagna le mie unghie da un paio di giorni e che potete vedere nel colore 631 nella foto a lato.
 
Il motivo per il quale ho acquistato l'Inglot Breathable Nail Polish è stato il suo nome: uno smalto che lascia respirare le unghie? Doveva essere mio!
 
Per me che in questo periodo cambio smalto un giorno sì e uno no, l'idea di utilizzare qualcosa di leggero, che non soffocasse le mie povere unghie, era molto allettante. Certo, non avevo pensato che non bastano un paio di giorni di smalto traspirante, se poi tutti gli altri smalti utilizzati sono, per così dire, occlusivi. Per potervi dire, dunque, se questi Breathable Nail Polish di Inglot lasciano davvero respirare l'unghia, dovrei utilizzare loro e solo loro per almeno un mese: perdonatemi se non mi immolo sull'altare della ricerca cosmetica per voi, ma l'idea di portare lo stesso smalto giorno dopo giorno per un mese mi deprime alquanto.
 
Quello che posso dirvi, però, è che i Breathable Nail Polish di Inglot sono facilissimi da stendere e si asciugano in un battibaleno. Io, che sono solita utilizzare uno spray asciugasmalto (Kiko Nail Polish Fixer), non ho dovuto ricorrervi, questa volta: basta meno di un minuto per far asciugare ciascuno strato.
 
Purtroppo, precedenti esperienze mi preannunciavano che questa facilità di asciugatura avrebbe fatto il paio con una resistenza agli urti un po' bassa. E infatti.
 
Nel giro di 48 ore, il mio colore 231, che è un perlato dorato piuttosto chiaro, è ancora portabile perché lo scolorimento alla punta non è evidente ad uno sguardo distratto. Se si fosse trattato di un colore scuro, però, avrei dovuto di sicuro eliminarlo subito. 48 ore sono un po' pochine per mostrare il segno, soprattutto considerando che non stiamo parlando di un prodotto che costa 2 euro.
 
Questa mia prima esperienza con Inglot è stata un po' amara, dunque, ma l'ottimo riscontro avuto col pigmento che ho preso (un bel viola con pagliuzze dorate) ha subito bilanciato la delusione.
 
In sintesi: Inglot sì, ma Breathable Nail Polish no. Adesso vado a far respirare davvero le mie unghie: vado a toglierlo. 

15 commenti:

  1. Credo che tu stia per salvare il mio portafogli, perchè li volevo (strano eh?!), li volevo proprio tanto. Sono caduta in brodo di giuggiole di fronte all'espositore smalti di Inglot.
    Ma, sinceramente, 13 Euro per uno smalto che non dura, mi sembrano esagerati oltremodo.
    A questo punto, mi permetti qualche domanda per capire? Anche se, considerata la peculiarità del prodotto, credo di sapere già la risposta..
    L'hai indossato da solo e, nel caso, quante passate? Oppure con base e top coat?

    Mersì...

    RispondiElimina
  2. Ciao Queen MiSeRy :-)
    Per avere il quadro chiaro, l'ho indossato da solo, nudo e crudo: nè base, né top coat. Due passate, ma anche una sola andava bene: essendo perlato, era piacevole anche solo in trasparenza.

    RispondiElimina
  3. Grazie Profumissima..
    Immaginavo, dopotutto essendo un Breathable, utilizzare base e top coat non breathable avrebbe vanificato l'essenza del concetto :D
    E chissà la Breathable Base ed il Breathable Top Coat a quanto ammontano a listino....
    Temo che per il momento mi accontenterò dei miei Big5Free Polishes.. :-)

    RispondiElimina
  4. Ma che peccato! Il colore è bellissimo, il finish pure, ma il prezzo non è giustificato...

    RispondiElimina
  5. Che bel colore! Però resto affezionata ai miei prodotti di fascia più bassa.

    RispondiElimina
  6. Premettendo che sono un'onicotecnica da più di 5 anni posso dire che il colore è molto bello...peccato che il concetto di questo smalto si basa su un falso mito : cioè che l'unghia "RESPIRA".
    In realtà questo non è assolutamente vero, l'unghia è composta da una lamina cornea che nulla ha a che vedere con altri tessuti come la pelle (quella si che respira! :P).
    Quindi mi sembra solo una grande trovata di marketing proporre uno smalto che lascia respirare l'unghia.
    Quando si acquista uno smalto bisogna controllare che non contenga elementi dannosi come Toluene o Formaldeide per il resto, una buona base per proteggere l'unghia dal colore ed evitare macchie...e via libera a colori e fantasia! :)

    RispondiElimina
  7. Se vi piace questo tipo di colore e volete uno smalto più economico, ma che duri abbastanza vi consiglio il "Goldfinger" di Catrice... è molto molto bello e dalle foto sembra abbastanza simile a questo! :)

    RispondiElimina
  8. i Kiko restano sempre i migliori nel rapporto qualità prezzo...seguiti a breve distanza da Pupa e Mavala.
    Secondo il mio modesto parere, che peraltro condivido, citando il mio amatissimo Alessandro Bergonzoni.

    RispondiElimina
  9. Io li ho sempre guardati con perplessità e curiosità, ma il prezzo mi ha sempre frenato :D
    cmq prima o poi mi proverò uno smaltino della linea normale... hanno così tanti colori! non posso mica non dargli una chance, no? :p

    RispondiElimina
  10. Eh si, cara Molkinaify, un vero peccato :-(

    RispondiElimina
  11. Cara Kally, smalti tipo Essence costano meno e durano di più.

    RispondiElimina
  12. Cara naturalbeautyecobio, con gli smalti Catrice non mi sono trovata bene :-( Spero si sia trattato solo di un paio di smalti vecchiotti, mi toccherà riprovare perché ne dite tutte un gran bene.

    RispondiElimina
  13. Cara Nadeshiko, magari la linea normale è meglio...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails